Come è fatto un fornetto per unghie?

di | 4 marzo 2020

I fornetti per unghie, normalmente chiamati lampade UV, sono degli strumenti molto utili nel mondo dell’estetica – in cui sono noti, e diffusissimi. Si usano tecnicamente per polimerizzare i prodotti di tipo foto-indurente – come il gel, o lo smalto semi-permanente. Ossia tendono a fissare il prodotto all’unghia, tramite l’emissione di raggi UV. Funzionano quindi grazie all’emissione di raggi ultravioletti, che reagiscono chimicamente con i componenti del gel stesso. In questo modo avremo l’effetto tipico di queste tecniche di lavorazione delle unghie, molto amato dalle clienti di ogni sorta di centro estetico. Per tale ragione ogni professionista del settore non può fare a meno di questo apparecchio, anche se sono sempre di più le persone che lo usano anche in casa – a livello amatoriale. Si possono trovare questi fornetti sia sul web, in store online come Amazon per esempio, o in negozi specializzati – a un prezzo anche piuttosto accessibile. Nelle prossime righe vedremo meglio come sono fatti questi fornetti per unghie. Per ulteriori informazioni in merito è bene consultare questa guida dedicata.

La componente più importante di questi fornetti sono i bulbi, ossia la parte che emette i raggi UV. Possono avere potenze diverse, in base a quanti Watt consuma la lampada. Ci sono fornetti da 24 Watt, da 36 Watt, da 48 Watt, da 52 Watt, e via discorrendo. Se vogliamo prendere un prodotto efficiente e di buona qualità scegliamo un fornetto da 36 Watt, con 4 bulbi da 9 Watt ciascuno. Scegliere un fornetto con meno di 4 bulbi è da sconsigliarsi: potrebbero non polimerizzare al meglio, e in maniera omogenea, il gel. Oltre ai bulbi troviamo anche una superficie riflettente, che serve a propagare in maniera uniforme i raggi ultravioletti. Solo grazie a questa parte possiamo asciugare tutte le unghie nello stesso momento.

I primi fornetti disponibili sul mercato erano dotati di un tasto laterale per regolare l’accensione del prodotto. Ad oggi invece ci sono diverse soluzioni che hanno reso l’uso di questo fornetto ancor più pratico e veloce. I migliori fornetti hanno anche un sensore di movimento, molto utile per diversi aspetti. Possiamo risparmiare energia, e anche evitare che i raggi UV si disperdano. Inoltre ci consente di usare il fornetto in maniera autonoma, senza rovinare la manicure! Ci sono poi modelli con timer e durata pre-impostata, e dotati di un display LCD.